Archivio del Blog
ligne
vai all'indice di tutti i post del blog di Francesco

Il blog di Francesco

28 marzo 2008

Eccola!!!!! :-) :-) :-)


Ritirata proprio stasera: è bellissima!!!!!!! :-)

La parola segreta di questo post è: NODULO. Capirai presto cosa significa questa frase.
  • 29/3/08 11:49  
    Anonymous Anonimo said...

    BELLISSIMAAAAA!!!!! ;-)

  • 3/4/08 12:52  
    Anonymous Anonimo said...

    NO COMMENT!

  • 3/4/08 12:56  
    Anonymous Anonimo said...

    una maggiore attenzione ai cerchi su una machina del genere era dovuta...ma del resto...anche i peggiori precisini ogni tanto si fanno prendere dalla fretta :P



Torna su

27 marzo 2008

Ebbene sì!

Qualcuno di voi, dalle immagini di questo post, potrebbe mai riuscire a capire marca, colore e modello della mia prossima macchina? :-)


Ebbene sì, non so come abbiate fatto a indovinare ma ci siete riusciti: sarà lei! E la buona notizia è che sarà mia davvero molto a breve! ;-) Evvivaaaaaaaaaaaa!!! :-) :-) :-) :-) :-)

  • 27/3/08 22:12  
    Anonymous Anonimo said...

    Solo una parola: FIGHISSIMA!

  • 27/3/08 22:19  
    Anonymous Anonimo said...

    Fichissima !!

  • 27/3/08 22:21  
    Anonymous Anonimo said...

    NO COMMENT! :P

  • 28/3/08 01:18  
    Anonymous Anonimo said...

    tu lo sai che mi dovrai portare taaaanto in giro, vero?? non posso che essere fierissima di questa scelta essendo la mia macchina preferita!! bravo anche per il colore...talvolta allora ascolti anche i miei consigli!;P



Torna su

19 marzo 2008

Saluti da Copenaghen!

Per dimostrarvi che il vostro webmaster preferito non si dimentica del sito neanche quando è in vacanza, lascio questo post dal pc che ho trovato nella hall dell'hotel di Copenaghen dove mi trovo attualmente e dove resterò fino al giorno di Pasqua. Ciao a tutti e di nuovo saluti dalla Danimarca!
  • 19/3/08 22:50  
    Anonymous Anonimo said...

    devo dire che non aspettavo prorpio questo post..anche se curiosavo nel sito :)
    divertiti e di nuovo buona pasqua a te e a tua mamma...Ciuz
    Alice


  • 20/3/08 22:03  
    Blogger Andrea said...

    Ah già! In Danimarca! Buon per te, guarda :) Un saluto e divertiti!



Torna su

13 marzo 2008

Grazie, grazie e ancora grazie - II parte

    Questo post fa parte di una serie di due interventi che saranno pubblicati l'11 e 13 Marzo.
Beh, non pensate che non l'abbia notato o apprezzato perché assolutamente non è così. Se non fosse stato per tutti VOI, avrei vissuto questi mesi a Cagliari come una sorta di prigionia, non perché non mi piaccia passare del tempo nella città dove sono nato o tornarci quando posso ma perché questa volta il ritorno era stato molto diverso: non avevo scelto io di tornare per una vacanza o per rivedere i miei vecchi amici ma perché una volta dimesso dall'ospedale non sarei potuto andare da altre parti, se non a Cagliari.

Per quello son voluto tornare presto a Pisa e forse questo mio desiderio è sembrato ad alcuni simile a un desiderio di fuggire dalla Sardegna. In realtà sono felice sia di essermi ritrasferito qui sia di poter tornare a Cagliari quando mi va, ma sono felice soprattutto di poter scegliere io dove stare e poterci andare con le mie gambe. Nei mesi dopo l'incidente, ovviamente non decidevo io dove andare e dove stare: magari mi trovavo anche bene in un certo posto, fatto sta che non avevo scelto io di andarci, ero lì perché non potevo stare in nessun altro posto.

Per quello ho voluto al più presto trasferirmi a Pisa e, più in generale, tornare a decidere io dove andare e dove stare. Ora posso stare a Cagliari, a Pisa o alle Hawaii ma fortunatamente posso deciderlo io mentre prima non potevo.

Più scrivo e più mi vengono in mente persone, sia della Sardegna che della Toscana, che meriterebbero un ringraziamento speciale. Scrivere tutti i nomi sarebbe impensabile. Sappiate però che se anche solo una volta mi avete contattato per chiedermi come stavo o mi avete telefonato o mi avete scritto o avete fatto qualunque cosa che possa avermi fatto sentire il vostro affetto e la vostra vicinanza, io di sicuro quel vostro gesto me lo ricordo e non me lo scorderò mai.

Sarebbe inutile nominarvi uno a uno anche perché son sicuro che voi sapete benissimo cosa avete fatto e immaginerete quanto l'ho apprezzato. Per l'ennesima volta, vi dico GRAZIE, GRAZIE e ancora GRAZIE.



Torna su

11 marzo 2008

Grazie, grazie e ancora grazie - I parte

    Questo post fa parte di una serie di due interventi che saranno pubblicati l'11 e 13 Marzo.
L'esperimento di cui parlavo nel mio precedente post, il tentativo di tornare a fare una vita autonoma come facevo prima dell'incidente, è andato addirittura molto meglio del previsto.

Son riuscito a tornare a lavoro, a riprendere a occuparmi delle faccende domestiche come cucinare e fare la lavatrice, ho anche dato un esame con ottimi risultati e gli aspetti negativi che temevo di più, come i frequenti mal di testa e il senso perenne di stanchezza e spossatezza, per fortuna non sono quasi mai arrivati.

Per questo, a inizio Febbraio come previsto sono tornato a Cagliari per l'operazione alla rotula che dovevo fare e poi, dopo poco più di una settimana, son tornato qui a Pisa, per quello che (facendo gli scongiuri) dovrebbe essere il ritorno definitivo alla mia vita toscana.

È quindi doveroso che dedichi qualche minuto a ringraziare tutte le persone che mi hanno supportato e aiutato nel periodo che ho dovuto passare lontano da quella che ormai è la sede della mia vita lavorativa, universitaria e in gran parte anche sentimentale. Mi riferisco a genitori, parenti e amici che mi hanno "accudito" e viziato in questi mesi che ho passato a Cagliari.


Genitori che mi hanno sempre lasciato scegliere cosa volessi fare, dove volessi andare, che mi hanno scarrozzato ovunque in giro per la città, che mi hanno sempre comprato quello che io desideravo mangiare, che mi son stati sempre vicinissimi, soprattutto quando io ero in ospedale e subito dopo l'operazione quando, per qualche giorno, a causa dell'anestesia spinale, ho avuto una forte cefalea.

Amici che nel primissimo periodo hanno scelto magari di vedere un film a casa o di giocare a carte o a qualche altro gioco che poteva farsi attorno a un tavolo perché sapevano che io non mi potevo muovere, che hanno rinunciato ad andare in qualche locale in cui si stava in piedi sapendo che per me sarebbe stato molto più scomodo, che hanno accettato di andare in un settore dello stadio meno turbolento ma anche per loro molto meno divertente perché lì sarei stato più al sicuro, che mi hanno sempre ceduto il posto anteriore in macchina senza mai farmelo pesare, che hanno organizzato le cose solo perché io le chiedevo e solo perché io ne avevo voglia, e lo hanno fatto sempre usando particolari attenzioni mirate a farmi stare il meglio possibile, ma senza sottolinearlo o farmelo notare.

(continua...)
  • 12/3/08 21:01  
    Blogger Unknown said...

    Ma come sei caro :) Ora però mi sento in colpa per i miei post arcigni e spinosi XD



Torna su

Copyright © Francesco Pintus. Tutti i diritti riservati. Design di Francesco Pintus, Muggio e DJI per Kitgrafik.com

Marketing ROI